La Sicilia è la mia terra.

Dal 2013 sono lo “sguardo” di MYOP: un progetto che ho ideato per mettermi al servizio dell’arte, dell’artigianato, dell’impresa e del design siciliano, un lavoro per la mia Sicilia, aspra e difficile, calda e meravigliosa, da cui non voglio che nessuno debba fuggire, perché è terra di confine e passaggio, di silenzio e di brulichio vitale.
Nella produzione artistica ho sempre provato a far cadere i confini, ogni progetto s’insinua nell’altro, si confonde e s’individua, cambia forma e sostanza, e resta lo stesso, unico, completo, il meta-percorso di una vita fatta di immagini.